ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

Manzoni Alessandro. Conversione

La conversione di Alessandro Manzoni viene datata 2 aprile 1810.....

La conversione di Alessandro Manzoni viene datata 2 aprile 1810 e sull'avvenimento esistono diverse versioni dal momento che lo stesso Manzoni fu abbastanza reticente sull'argomento.

Appare comunque chiaro che questo passo fosse il risultato di un lungo processo di maturazione interiore piuttosto che di una folgorazione. La conversione non si riduce mai ad un fatto privato e non porta alla negazione dei principi illuministici secondo i quali la fede nella ragione può portare ad un progresso della conoscenza, della tecnica e infine della morale stessa. Inoltre le nuove convinzioni religiose non spinsero Manzoni, almeno negli anni al culmine della sua creatività, verso una posizione introversa, meditativa e consolatoria.

Fu così che dopo la sua conversione procede alla stesura di 12 Inni Sacri, dedicati alle maggiori festività della Chiesa. Di questi ne porta a termine solo cinque: Resurrezione, Nome di Maria, Natale, Passione, Pentecoste. Quest'opera rappresenta il primo modo di fare una poesia con contenuti religiosi, soffermandosi non solo sui contenuti dogmatici e teologici del cattolicesimo, ma anche sui contenuti morali e sociali. Secondo Manzoni il messaggio cristiano trasmette all'umanità una ricchezza vivificatrice; la Pentecoste é considerata il migliore degli Inni Sacri, abbiamo la contemplazione del miracolo, cioé la discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli. Il miracolo, sempre operante nel mondo é visto come l'incontro tra umano e divino e lo ritrova anche nelle semplici vicende della vita quotidiana. Dopo la stagione degli Inni Sacri, la conquista religiosa viene sottoposta ad un processodi verifica. Manzoni cerca di ritrovare nella storia un tracciato divino e da qui nascono le sue odi civili: Poclama di Rimini 1815 e Marzo 1821 in cui celebra l'unione delle forze piemontesi e lombarde contro gli austriaci: Manzoni celebra la volontà di Dio che vuole i popoli oppressi liberi e uniti contro gli oppressori.

Se non hai trovato quello che ti interessa, scrivi alla Giò (riassuntidigio@gmail.com) per avere un riassunto fatto per te!

vai al riassunto: oppure al: