ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

Il sentiero dei nidi di ragno

Pin e Pietromagro s’incontrano in carcere.

capitolo IV

Pin e Pietromagro s'incontrano in carcere. I due sono contenti di ritrovarsi e Pietromagro confida a Pin di essere molto malato. Pin spiega a Pietromagro di essere un detenuto politico e lui é contento di questo perché, dice, i detenuti normali prima o poi tornano sempre in carcere.

Mentre Pin aiuta Pietromagro a togliersi le pulci, i due fantasticano di aprire un laboratorio di ciabattino in prigione. Ecco arrivare Lupo Rosso che chiede aiuto a Pin per portare un secchio della spazzatura. In realtà Lupo Rosso sta tramando la fuga e ha bisogno dell'aiuto di Pin per distrarre la guardia. Pin e Lupo Rosso riescono a fuggire e si rifugiano in un campo di garofani. Pin confida a Lupo Rosso di possedere una pistola e di tenerla vicino a un nido di ragni. Lupo Rosso lascia solo Pin e gli dice di aspettarlo perché tornerà a prenderlo. Ma le ore passano e quando Pin si rende conto che Lupo Rosso non torna decide di camminare lungo il fossato per raggiungere i luoghi a lui conosciuti.

capitolo V

Pin incontra un uomo dall'aspetto un pò burbero, che si prende cura di lui, lo prende per mano e insieme attraversano i boschi di pini e di castagni. Arrivano ad un casolare dove abita Mancino, il cuciniere del distaccamento partigiano. L'uomo confida a Pin che tutti lo chiamano Cugino e che lo può chiamare così anche lui. Dal bosco si sentono gli spari nel fondovalle e Pin, il cuciniere e Giglia, la moglie di lui,seguono la battaglia. Quando la battaglia finisce, i partigiani tornano alla cascina e con sorpresa Pin scorge tra gli altri, Lupo Rosso. Lupo Rosso spiega a Pin che non era tornato a prenderlo perché aveva visto dei soldati tedeschi che si preparavano per salire in montagna ed era andato ad avvertire i partigiani.

Se non hai trovato quello che ti interessa, scrivi alla Giò (riassuntidigio@gmail.com) per avere un riassunto fatto per te!

vai al riassunto: oppure al: