ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

C'era due volte il Barone Lamberto

Il barone Lamberto ha novantaquattro anni e vive....

Il barone Lamberto ha novantaquattro anni e vive in una villa sul lago d'Orta, in compagnia del maggiordomo Anselmo. Il barone é molto ricco, possiede 24 banche sparse per il mondo, e, data la sua età ha anche 24 malattie che vengono scrupolosamente annotate dal maggiordomo su di un blocchetto che tiene in tasca. Un giorno il barone decide di andare a trascorrere l'inverno in Egitto. Qui conosce un santone che gli dice che, secondo un famoso proverbio egiziano, colui il cui nome viene nominato in continuazione non muore mai.

Quando il barone con il suo maggiordomo tornano in Italia, assumono sei persone, tre uomini e tre donne, che ripetessero in continuazione "Lamberto, Lamberto, Lamberto...." con una adeguata pronuncia. Tutto il giorno queste sei persone, a turni di un'ora e due ore la notte ciascuno, ripetevano questo nome. Tutti e sei si chiedevano perché mai fosse utile ripeterlo. Il barone, aveva fatto inserire nelle soffitte dove risiedevano i sei, un microchip e dei microfonini per poter controllare che il lavoro fosse svolto bene. Gli effetti di questo rito miracoloso non si fanno attendere, il giorno dopo Lamberto si sveglia con un capello sul cranio ormai calvo da quarantacinque anni. Con l'andare dei giorni, il barone Lamberto ringiovanisce fino a sembrare un trentacinquenne. Lamberto ha un unico erede, suo nipote Ottavio, un individuo poco incline al lavoro e desideroso di prendere presto l'eredità dello zio. Un giorno Ottavio va a trovare lo zio e quando lo vede più in forma che mai, capisce che passerà molto tempo prima di ottenere l'eredità, così escogita di ucciderlo ma inutilmente. Intanto la casa viene occupata da una banda di briganti molto pericolosi, i Ventiquattro Elle, che vuole ottenere un riscatto dal barone. Ma Lamberto é troppo giovane e non viene riconosciuto dai ventiquattro direttori delle ventiquattro banche, e il riscatto non viene pagato. Ottavio pensa di uccidere lo zio e di far ricadere la colpa sui banditi e una sera trova in soffitta i sei che ripetevano il nome dello zio e capisce che questo ha a che fare con l'improvviso ringiovanimento di Lamberto. Somministra ai sei del sonnifero, questi si addormentano e nella notte Lamberto muore. Tutti sono colpiti dall'accaduto e il giorno del funerale il nome di Lamberto viene ripetuto da moltissima gente, così che il barone esce dalla bara vivo e vegeto. Ritornati tutti a casa, il barone spiega il motivo del suo ringiovanimento, e così continuando a ripetere il suo nome, Lamberto si ritrova un tredicenne, Ottavio fugge e i banditi sono catturati.

Se non hai trovato quello che ti interessa, scrivi alla Giò (riassuntidigio@gmail.com) per avere un riassunto fatto per te!

vai al riassunto: oppure al: