ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

Dame, mercanti e cavalieri, di Bianca Pitzorno

Il Conte Gualtieri d'Anversa viene accusato ingiustamente dalla Regina...

Il Conte stalliere

Il Conte Gualtieri d'Anversa viene accusato ingiustamente dalla Regina, e fugge da Parigi insieme ai suoi figli per evitare una condanna certa. Arrivato in Inghilterra, egli si accontenta di fare i mestieri più umili, ma con o scopo di togliere i figli dalla povertà e di garantire loro una buona educazione, affida la figlia alla famiglia del maresciallo Lamiens, e il maschio ad un altro maresciallo del re d'Inghilterra. Gli anni passano e, mentre il padre fa lo stalliere nascondendo a sua vera identità i suoi figli crescono sani, forti e educati nelle buone maniere. La bambina, Giannetta, diventa una bella ragazza e il figlio del maresciallo, Giacchetto, si innamora perdutamene di lei, tanto da volerla sposare. Ma i genitori non possono acconsentire alle nozze e così Giacchetto si ammala. Le sue condizioni peggiorano a tal punto che i genitori, per paura di perderlo definitivamente, acconsentono alle nozze. L'altro figlio del Conte, Perotto, si distingue per il suo valore e così, dopo che una pestilenza ha decimato la corte in cui viveva, sposa una damigella molto ricca. Trascorsi diciotto anni, il Conte torna in Galles per vedere cosa ne era stato dei figli e fu felice nel vedere che entrambe stavano bene ed erano ben sistemati. Intanto riprende la guerra tra Francia e Inghilterra e Perrotto e Giacchetto vengono mandati in guerra al capo dell'esercito. Il Conte li segue senza farsi riconoscere. In quei giorni la regina che lo aveva accusato si ammala molto gravemente e in confessione svela che il Conte era innocente e lei lo aveva ingiustamente accusato procurando tanto dolore a lui e ai suoi figli. Venutasi a sapere la verità il Conte fu ripagato di tutte le perdite. Il Conte può finalmente svelare la sua vera identità e tutto finisce bene.

Landolfo Rufolo e l'alterna fortuna

Landolfo Rufolo perde le sue ricchezze in un affare andato male e allora si mette a fare il pirata per riprendersi le sue ricchezze. Quando ormai la sorte si era dimostrata benigna, egli decide di tornare a casa ma viene derubato da due navi genovesi. Viene fatto prigioniero e caricato su di una delle de navi. La nave su qui si trovava Landolfo fa naufragio ed egli si salva aggrappandosi ad una cassa. Dopo aver trascorso un giorno e una notte in balia delle onde, viene salvato da una donnetta che si trovava sulla spiaggia. La brava donna lo sfama e lo rifocilla davanti al cammina e quando Landolfo si é ripreso e vuole tornare a casa, lei gli ricorda la cassa alla quale si era aggrappato durate il naufragio. Landolfo apre la cassa e, meraviglia, é piena di pietre preziose di molto valore. Fa ritorno a casa e vende le pietre per un valore molto alto e destina una parte dei proventi della vendita alla donna che lo aveva salvato.

Il Falcone di Federigo degli Alberighi

Federigo degi Alberighi é un ricco nobile fiorentino che per conquistare monna Giovanna dissipa tutto il suo patrimonio. Al contrario la nobildonna non lo degna di uno sguardo e così Federigo caduto in miseria va a vivere in campagna. Qui vive in compagnia di un falcone che é un abilissimo cacciatore e Federigo gli é molto affezionato. Accade che il figlio di monna Giovanna si ammala gravemente ed esprime il desiderio di avere il falcone di Federigo. Monna Govanna si reca dall'amato che aveva sempre respinto e si fa invitare a pranzo con l'intento di chiederle del falcone. Federigo é talmente povero che non avendo nulla da darle da mangiare, decide di uccidere il falcone e di cucinarlo. Finito il pranzo Giovanna gli spiega il motivo della sua visita, ma a Federigo non rimane che spiegarle l'accaduto. Ascoltando le sue parole, la donna capisce quanto quell'uomo l'amasse. l'amava a punto da rinunciare a quello a cui teneva di più: il suo falcone. Il figlio di monna Giovanna morì lasciando la madre erede di una grande ricchezza e monna Giovanna sposò Federigo che le aveva sempre dimostrato il suo amore.

Madama Beritola e i suoi figli

Madama Beritola é moglie di Arrighetto Capece, colui al quale il re Manfredi aveva affidato il governo della Sicilia. In seguito all'uccisione di Manfredi, Arrighetto finisce in prigione.

La moglie con i due figlioletti fugge verso Napoli, ma la nave, a causa del vento fa rotta verso Ponza. Sull'isola sbarcano anche i pirati che portano via i figli di Arrighetto, e madama Beritola, disperata, trova conforto nella compagnia di una cerbiatta e dei suoi piccoli. Dopo diversi mesi sbarca sull'isola il marchese Malaspina in compagnia della moglie. Questi trovano sull'isola l'infelice Beritola e dopo molte insistenze la convincono a seguirli in Lunigiana. Dopo molti anni e una serie di vicende favorevoli, i due figli si ricongiungono con la madre. Inoltre Arrighetto viene liberato e al comando dei rivoltosi, aveva cacciato i francesi dalla Sicilia.

Il Brigante Galantuomo

Ghino di Tacco é un famoso brigante. Un giorno rapisce l'Abate di Clign? mentre si recava da Roma a Siena per fare delle cure termali. L'Abate infatti soffriva di mal stomaco. Ghino fa alloggiare l'abate in una stanzetta spoglia e lo va a trovare, senza farsi riconoscere. Venuto a sapere della malattia, decide egli stesso di curare l'Abate. Ghino fece mangiare per alcuni giorni all'Abate solo pane abbrustolito e vernaccia. Quando l'Abate guarì, Ghino si presentò a lui, dicendogli che non era un uomo malvagio ma che era stato costretto a fare il bandito perché era stato ingiustamente spogliato dei suoi beni, A dimostrazione di ciò resttuisce all'Abate tutti i suoi beni. L'Abate rimase molto colpito da tale comportamento che, una volta tornato a Roma, riuscì ad ottenere il perdono del Papa e la restituzione a Ghino dei suoi bene e del suo rango.

Lisa e Re Pietro

Lisa, un bellissima giovane di umile condizione sociale, s'innamora del re. La ragazza sa che il suo é un amore impossibile e presa da una grande malinconia si ammala. La ragazza confida a Minuccio, finissimo cantante conosciuto in tutta la Sicilia, il suo amore segreto e gli chiede di mettere al corrente il re del suo stato d'animo , dopodiché potrà morire serenamente. Minuccio preparò una tenerissima canzone e la cantò al Re. Questi, conquistato dalle dolci parole, decise di andare a trovare Lisa. Durante il beve incontro, il Re chiese a Lisa di guarire e nel giro di pochi giorni Lisa guarì e il Re stesso ,dopo essersi proclamato cavaliere della fanciulla, gli diede come marito un gentiluomo del suo seguito e i possedimenti di Cefalù e Caltabellotta.

Nastagio degli Onesti e la Bella Sdegnosa

Nastagio degli Onesti abita a Ravenna ed é innamorato perdutamente della figlia di Messer Traversari. Aveva speso per lei una fortuna, ma la fanciulla non lo considerava per nulla. Tutti i suoi amici gli consigliavano di lasciar perdere, ma lui non ci riusciva. Un giorno parte da Ravenna con l'intento di andare lontano ma si ferma a Classe, un posto a pochi chilometri dalla città. Un venerdì sera, mentre passeggiava nella pineta, sente delle grida e dei lamenti di donna. Ecco venire verso di lui ua fanciulla nuda, tutta graffiata che implora pietà, inseguita da cani feroci e da un cavaliere nero a cavallo Nastagio cerca di difendere la fanciulla, ma i cani cominciano ad azzannare la ragazza. Il cavaliere, sceso da cavallo, spiega a Nastagio che egli, quando era in vita, era perdutamente innamorato di quella fanciulla che lo aveva sempre trattato con durezza e crudeltà. Arrivò persino a gioire della sua morte, quando non potendo più resistere si era ucciso. Il cavaliere era finito all'inferno, ed anche la fanciulla, morta poco dopo, era finita all'inferno. Alla fanciulla fu inflitta la pena di fuggire come una preda e al cavaliere quella di raggiungerla e di ucciderla in un perenne inseguimento. Nastagio fece assistere la sua fanciulla amata a quella terribile scena la sera seguente; la fanciulla capì a che cosa poteva andare incontro continuando con le sue ostilità decise di sposare Nastagio.

Se non hai trovato quello che ti interessa, scrivi alla Giò (riassuntidigio@gmail.com) per avere un riassunto fatto per te!

vai al riassunto: oppure al: