ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

Il Cantico di Frate Sole o Cantico delle Creature

Il Cantico delle Creature viene considerato il testo più antico.....

Il Cantico delle Creature viene considerato il testo più antico della nostra tradizione letteraria. L'autore d'eccezione é San Francesco (1182-1226), che, mosso dalla sua profonda religiosità, si rivolge alla gente comune, in polemica con la superbia umana, e non usa la lingua dei dotti, ma si esprime in volgare.

Fu composto, secondo la leggenda francescana, due anni prima della morte del Santo dopo una notte di grandi sofferenze fisiche ma confortato alla fine, da una visione celeste. Il Cantico si apre contrapponendo alla malvagità dell'uomo prigioniero del peccato originale, la bontà delle cose semplici e innocenti. Si lodano le creature e le creature lodano Dio. Si loda il sole, simbolo della realtà divina, l'acqua richiama i sacramenti del battesimo e della penitenza e viene definita umile e casta, due virtù cristiane fondamentali. Il santo loda Dio per mezzo delle sue creature e allo stesso tempo loda le creature perché sono immagine di Dio. Negli ultimi versetti la lode passa dalle creature all'uomo. Secondo alcuni critici questo passaggio determina una mancanza di continuità ma al contrario la lode, coerentemente, passa dalle creature agli uomini. Il tono nella prima parte é più ottimistico che nella seconda parte. Il Cantico si chiude con la visione di una terra rinnovata e consacrata dallo Spirito Santo.

Se non hai trovato quello che ti interessa, scrivi alla Giò (riassuntidigio@gmail.com) per avere un riassunto fatto per te!

vai al riassunto: oppure al: