ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

Il sentiero dei nidi di ragno. Cap.12

Pin, deluso dal mondo degli adulti sogna di diventare grande...

Pin, deluso dal mondo degli adulti sogna di diventare grande e di ottenere il rispetto di tutti. Mentre cammina per i sentieri che portano al Passo della Mezzaluna, vede dei posti che sarebbero ideali per giocare, poi si ferma a chiedere del cibo a due vecchi molto gentili. S'imbatte in una colonna di tedeschi, ma finge di essere un pastore che ha perso la sua pecora e viene lasciato in pace.

Arrivato al torrente, si reca subito a scavare nel punto dove dovrebbe essere seppellita la sua pistola, ma non riconosce più il posto, la terra sembra smossa, qualcuno ha preso la pistola! Ma chi? Forse Pelle, lui sapeva dove si trovava. Pin piange sconsolato e si reca a casa dalla Nera, sua sorella, che lo accoglie con affetto e lo sfama. Pin chiede alla sorella se avesse una pistola e la Nera gli dice che ha una pistola che le ha dato uno della brigata nera e gliela fa vedere. La pistola é la pi-trentotto di Pin. Pin afferra la pistola e fugge via piangendo. Ora ha la pistola ma si sente sempre più solo. Ma ecco che, mentre vaga per i beudi, incontra il Cugino. Pin é molto contento per quell'incontro, il Cugino é un suo amico e un omone tenero. Insieme guardano i nidi dei ragni che sono stati distrutti e ne provano tristezza. Poi il Cugino dice a Pin che é tanto tempo che non va con una donna, e gli hanno detto della Nera. Pin gli spiega la strada per andare da sua sorella e si fa lasciare la mitragliatrice del Cugino in cambio della sua pistola. Il Cugino va dalla Nera. Pin sente degli spari nella città vecchia e teme per la sorte del Cugino. Ma eccolo che arriva, prende Pin per mano e i due si allontanano nella notte, in mezzo alle lucciole.

Se non hai trovato quello che ti interessa, scrivi alla Giò (riassuntidigio@gmail.com) per avere un riassunto fatto per te!

vai al riassunto: oppure al: