ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

I vestiti nuovi dell'Imperatore

C'era una volta un re, il cui unico interesse era quello di avere moltissimi abiti,.....

di Hans Christian Andersen

.

p> questa é una delle fiabe più lette della letteratura straniera.

C'era una volta un re, il cui unico interesse era quello di avere moltissimi abiti, addirittura uno per ogni ora del giorno. Un giorno si presentano al re due imbroglioni che gli propongono, in cambio di una grande quantità di denaro, di tessere una stoffa bellissima e molto preziosa. I vestiti fatti con questa stoffa, avevano inoltre la proprietà di non essere visti da coloro i quali ricoprono indegnamente una carica o sono molto stupidi. Il beneficio che ne avrebbe ricevuto il re era duplice, da una parte avrebbe avuto un abito straordinariamente bello, dall'altra avrebbe potuto sapere chi, tra i suoi ministri era indegno di una carica. I due birbanti, in realtà, fingono di tessere ma il telaio é vuoto. Essi sapientemente compiono gesti dei tessitori così le persone che il re manda per controllare i lavori, pensano di essere le sole a non vedere nulla. Per paura di perdere la propria carica, mentono riferendo al re che la stoffa é bellissima. Lo stesso re, recatosi a vedere il lavoro ultimato, si finge meravigliato di tanta bellezza e ordina ai due imbroglioni di confezionargli un abito. A lavoro finito il re indossa l'abito finto, contornato dall'ammirazione dei suoi ministri. Persino i valletti fingono di sollevare i lembi del vestito quando il re decide di uscire tra la folla. In mezzo a due ali che acclamano tanta eleganza, solo un bambino ha il coraggio di dire la verità, "il re non ha niente addosso!".

Se non hai trovato quello che ti interessa, scrivi alla Giò (riassuntidigio@gmail.com) per avere un riassunto fatto per te!

vai al riassunto: oppure al: