ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

Crepuscolari

Il termine fu coniato dal critico Borghese a indicare che quello era il crepuscolo....

Il termine fu coniato dal critico Borghese a indicare che quello era il crepuscolo della grande stagione di poesia dell'800. In questa direzione, che non aveva le caratteristiche di un vero e proprio movimento letterario, si muove un gruppo di intellettuali all'inizio del XX secolo.

Questi si rifugiano in una poesia grigia e malinconica, crepuscolare appunto, in un mondo di piccole cose tristi ma buone: la vita casalinga, il piccolo mondo provinciale e borghese. Si rifacevano oltre che al Pascoli e a D'Annunzio, ai poeti belgi e francesi della poesia simbolistica come Paul Verlaine, Maurice Maeterlinck e Jules Laforgue. In Italia ricordiamo gli intellettuali di maggior rilievo: Sergio Carazzini, Marino Moretti, Carlo Chiaves e Guido Gozzano.

Se non hai trovato quello che ti interessa, scrivi alla Giò (riassuntidigio@gmail.com) per avere un riassunto fatto per te!

vai al riassunto: oppure al: