ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

Guerra Fredda

Stati Uniti e Unione Sovietica prendono il ruolo di guida della politica mondiale.

Nel 1945 si conclude la seconda guerra mondiale. Stati Uniti e Unione Sovietica sono le due potenze che escono vittoriose dal conflitto e prendono il ruolo di guida della politica mondiale. Queste due nazioni sono molto differenti tra di loro: gli Stati Uniti sono sostenitori di un sistema capitalistico e liberal democratico mentre l'Unione Sovietica é fautrice di un sistema economico fondato sull'economia pianificata e sul dominio del comunismo. Tali sistemi, così diversi, erano destinati ad entrare in conflitto tra di loro.

Tra luglio e ottobre del 1946, si tiene a Parigi la conferenza di pace, durante la quale vengono conclusi i trattati con Italia, Bulgaria, Romania, Ungheria e Finlandia, sconfitti nella seconda guerra mondiale. Le due super-potenze divisero l'Europa secondo due sfere d'influenza: ad Est i paesi che erano stati liberati dall'Armata Rossa andavano a costituire una serie di nazioni satelliti sotto l'influenza sovietica; ad Ovest i paesi che sostenevano ed erano sostenuti dagli Stati Uniti d'America. Nel 1949 la Germania viene di fatto divisa in due: da una parte la Repubblica Federale Tedesca,sotto l'influenza americana e una parte orientale, la Repubblica Democratica Tedesca, sotto l'influenza sovietica. E´ chiaro che questa divisione dell'Europa in due blocchi con ideologie ed interessi così differenti, doveva dar luogo ad uno scontro che viene comunemente definito come Guerra Fredda. Il termine fu usato per la prima volta dal giornalista americano Walter Lippmann, e sta appunto ad indicare un conflitto che non prevede l'uso delle armi, ma che si avvale dello scontro tra ideologie.

Nel 1949 il legame che lega i paesi occidentali, viene consolidato dal Patto Atlantico, alleanza alla quale aderiscono Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Canada, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, Danimarca, Norvegia, Islanda, Italia e Portogallo.

Il Patto Atlantico stabilisce che se anche un solo stato fosse stato attaccato, gli alleati avrebbero prestato aiuto. Nel 1951 con l'adesione di Turchia e Francia, nasce la NATO e nel 1955 vi aderisce anche la Repubblica Federale Tedesca. In risposta alla costituzione della NATO, l'Unione Sovietica organizza gli stati satelliti in una struttura militare e nel maggio 1955 nasce il Patto di Varsavia.

Malgrado gli Stati Uniti fossero la prima potenza mondiale, questi vissero la contrapposizione con l'Unione Sovietica in un clima di grande incertezza che li portò ad una svolta anticomunista, alla limitazione delle attività sindacali e all'emarginazione verso chiunque nutrisse simpatie verso il marxismo. Nel 1952 il presidente americano Eisenhower incrementò nei suoi due mandati, la presenza armata statunitense nel mondo aprendo basi aereo-navali in diversi continenti.

La Repubblica Federale Tedesca fu avversa ad ogni apertura al comunismo e si guadagnò la fiducia degli Stati Uniti che accordarono alla Germania Ovest aiuti economici determinando un lungo periodo di espansione economia che portò nel giro di pochi anni, la Germania dalla completa distruzione post-bellica ad una crescita del 6% annuo e al ripristino di un ruolo di primo piano nel panorama internazionale.

Se non hai trovato quello che ti interessa, scrivi alla Giò (riassuntidigio@gmail.com) per avere un riassunto fatto per te!

vai al riassunto: oppure al: