ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

Il Settecento

Nei primi decenni del Settecento, assistiamo ad una ripresa economica,...

Nei primi decenni del Settecento, assistiamo ad una ripresa economica, che, seppure a fasi alterne, si sarebbe progressivamente estesa e intensificata. Il sintomo pi evidente di tale ripresa é l'aumento demografico, determinato dal miglioramento dell'alimentazione. Il miglioramento delle condizioni di vita é dovuto anche alle scoperte mediche, come la vaccinazione antivaiolosa, alla fondazione degli ospedali e al miglioramento delle condizioni igieniche. La produzione agricola aumenta come mai si é verificato prima: questo é dovuto o a un'accentuazione della servitù della gleba, come nell'Europa orientale, dalla Prussia alla Polonia alla Russia, oppure é il risultato di un maggiore impegno da parte dei proprietari e degli affittuari, con investimenti di capitali e con l'introduzione di innovazioni tecnologiche, come nei Paesi Bassi, Inghilterra, Francia e Italia. Ad ampliare le terre coltivate contribuisce l'intervento dei governi, che ovunque promuovono bonifiche, dissodamenti e sistemi di irrigazione. Tra il Seicento e il Settecento, l'Inghilterra e la Francia formano i due maggiori imperi commerciali del mondo. Nelle colonie gli inglesi e i francesi cercavano soprattutto le spezie e i prodotti pregiati, ma nel corso dei secoli gli insediamenti coloniali divennero fonti di materie prime e ampi mercati per i prodotti manifatturieri della madrepatria. Gli inglesi iniziarono la loro penetrazione in India, nell'America Settentrionale, la Virginia, la Carolina del Nord e del Sud, la Georgia, il Maryland, il Delawere, il New Yersey, la Pennsylvania, New York, il Connecticut, il Massachusetts, Rhode Island, il New Hampshire e il Maine. L'impero coloniale inglese, protetto dalla sua potente flotta, costituiva l'area commerciale pi vasta del mondo. L'impero coloniale francese comprende i territori dal Canada alla Louisiana fino alle coste dell'Africa e dell'India. I progressi compiuti si traducono nella necessità di adeguare la società alle conquiste compiute. Nasce così un vasto movimento intellettuale che prende il nome di Illuminismo; gli illuministi affrontano ogni aspetto della vita sociale indipendentemente da ogni autorità e tradizione. e sostengono gli ideali di fraternità umana e di tolleranza. Durante questo periodo assistiamo anche ad una diminuzione dell'analfabetismo il che rende possibile una più ampia diffusione di giornali. Gli ideali illuministici vengono presto a scontrarsi le monarchie assolutiste che sono incapaci di sconvolgere i privilegi della nobiltà e dell'alto clero. Ricordiamo il Settecento anche come secolo delle grandi rivoluzioni: quella Americana.

/a> che porta alla dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti d'America, la rivoluzione industriale e la Rivoluzione Francese.

Se non hai trovato quello che ti interessa, scrivi alla Giò (riassuntidigio@gmail.com) per avere un riassunto fatto per te!

vai al riassunto: oppure al: