ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

Lucio Cornelio Silla

Lucio Cornelio Silla ha la determinazione per contrastare Mario

Lucio Cornelio Silla é un giovane aristocratico che sembra avere la capacità e l'ambizione per contrastare Mario, democratico.

La rivalità fra i due diventa molto aspra quando nel 91 a.C.

gli alleati Italici si ribellano a Roma, stanchi di partecipare alle guerre senza ottenere apprezzabili benefici. Questi danno vita ad uno stato federale indipendente e dichiarano guerra a Roma. La guerra dura tre anni e alla fine i rivoltosi ottengono la cittadinanza.

Il contrasto tra Mario e Silla continua quando il Senato decreta che Silla fosse mandato nel Ponto, a capo di una spedizione, contro Mitridate, reo di aver ordinato lo sterminio dei Romani stanziati in Asia Minore. La decisione del Senato é avversata violentemente dai cavalieri che hanno molti interessi in Asia Minore; in seguito a violentissimi disordini, il Senato toglie il comando a Silla e lo affida a Mario.

Silla riceve l'ordine di tornare a Roma mentre si trova già a Nola, si ribella e marcia contro la capitale. Mario combatte con l'avversario alle porte della città, ma viene sconfitto e si rifugia in Africa ( 88 a.C. ). Silla riparte verso l'Oriente contro Mitridate, e i popolari rimasti a Roma riescono a creare le condizioni favorevoli per il ritorno di Mario. Una volta rientrato dà inizio a feroci persecuzioni ai danni degli aristocratici fino alla sua improvvisa morte.

Se non hai trovato quello che ti interessa, scrivi alla Giò (riassuntidigio@gmail.com) per avere un riassunto fatto per te!

vai al riassunto: oppure al: